Infortuni sportivi

Dolori muscolari o altri traumi sportivi ricorrono frequentemente tra gli sportivi e le sportive. Un’attività fisica regolare aiuta a eliminare lo stress quotidiano e i chili superflui. Nella società moderna, caratterizzata da una vita sedentaria, il movimento è diventato uno dei presupposti per una vita sana. Soprattutto gli sport alla moda come il pattinaggio in linea o la camminata nordica stanno prendendo piede in modo trasversale tra tutte le fasce d’età. Proprio gli sportivi amatoriali, presi dall’entusiasmo iniziale, tendono a spingersi oltre i limiti. I dolori muscolari o altri traumi sono pertanto frequenti tra gli sportivi e le sportive. Un passo falso e una caviglia dolorante fanno diventare il jogging un tormento; una tendinite e per il tennista è il momento di chiamare il time-out. A seconda del tipo di sport alcune parti del corpo sono maggiormente soggette ai traumi. Si tratta spesso di traumi contundenti (cioé senza ferite aperte) dei tessuti molli che riguardano per lo più i muscoli, i legamenti e i tendini. Come primo aiuto si dovrebbe applicare il protocollo RICE subito dopo l’infortunio: Gli infortuni sportivi sono influenzati da fattori interni (endogeni) ed esterni (esogeni):

fattori interni:

questi infortuni capitano mentre si è sotto sforzo, per esempio nel caso di una preparazione fisica insufficiente, di stanchezza psicofisica, di un’alimentazione insufficiente o non equilibrata o a causa di ferite non completamente guarite. Se in questi casi il corpo è sollecitato oltre misura è possibile che ne risultino degli infortuni.

fattori esterni:

questi infortuni hanno un’origine esterna per esempio nell’interazione con un’altra persona (come nel caso di un fallo) o in un equipaggiamento sportivo carente. Inoltre possono portare a un infortunio anche condizioni generali come le condizioni meteorologiche, del pavimento o delle attrezzature sportive. Gli infortuni sportivi possono essere prevenuti con un comportamento adeguato prima, durante e dopo lo sport:

  • preparazione fisica ottimale: dev’essere adatta alla condizione fisica per evitare sovraccarichi.
  • riscaldamento e stretching prima dell’allenamento per preparare il corpo agli sforzi successivi.
  • equipaggiamento sportivo adeguato: per es. scarpe da corsa appropriate, giuste protezioni da hockey.
  • alimentazione bilanciata: faccia attenzione all’apporto di sali minerali e vitamine da aumentare durante lo sport.
  • il corpo “pensa” prima alla sua salute. È perciò importante adeguare lo sport quando si è malati, se ci si sente stanchi o deconcentrati o se una ferita sta ancora guarendo. In questi casi il corpo non è così efficiente come in casi normali e il rischio d’infortuni aumenta.

Dovesse tuttavia verificarsi un infortunio, si consiglia una terapia interna ed esterna con Traumeel®. Per aiutare la guarigione, Traumeel® può venire usato internamente ed esternamente. Se i disturbi persistono per più di una settimana, consulti un medico.